mercoledì 1 giugno 2016

Dolomiti Alta Via n.1: dal Lago di Braies al Rifugio Pederù

Un itinerario che segue tutta la prima e parte della seconda tappa dell'Alta Via n.1 delle Dolomiti, con partenza dal pittoresco Lago di Braies, attraverso il Parco Naturale Fanes-Sennes-Braies, con bei panorami sulla Croda del Becco, ed infine arriva fino al rifugio Pederù.

Per arrivare al lago di Braies con i mezzi pubblici, si può prendere il treno e scendere alla stazione Villabassa-Niederdorf, da dove, con una breve corsa in autobus, si raggiungono direttamente le sponde del lago a quota 1494 metri.
Quindi si segue verso sud la strada che costeggia la sponda occidentale del lago, affollatissima di turisti a passeggio in alta stagione, finchè, in corrispondenza di una piccola insenatura del lago, si trova, sulla destra, l'imbocco del sentiero n.1, che inizia a salire verso sud, costeggiando le pendici nordorientali della Croda del Becco (2810 m), permettendo di ammirare suggestivi panorami del lago di Braies dall'alto

Il Lago di Braies dalla sponda occidentale ed il sentiero che sale verso sud, sullo sfondo

Panorama dall'alto del Lago di Braies

Altro panorama sul lago di Braies dal sentiero n.1

Risalita faticosamente una valletta di pini mughi, con numerose serpentine, si giunge nella parte superiore della valle, fino ad un pianoro aperto, circondato da montagne dove si prosegue in direzione ovest, fra grossi massi, arrivando così al valico Porta Sora al Forn (2388 m).

Il sentiero serpeggia fra montagne e pini

Panorama sul versante nordest del massiccio della Croda del Becco

Lo stretto sentiero fra le rocce

Monte Muro (2458 m)

Il pianoro aperto circondato da monte Muro sulla sinistra e Croda del Becco sulla destra


Il sentiero prosegue fra grossi massi

Il valico di Porta Sora al Forn (2388 m), ai piedi della Croda del Becco, punto più alto del trekking

Da qui ci si può abbassare brevemente verso sudest, raggiungendo il rifugio Biella (2327 m), in suggestiva posizione fra le montagne. Dal rifugio si percorre un km di una strada sterrata che regala una visione completa e mozzafiato delle particolari formazioni rocciose del versante sud della Croda del Becco.

Il rifugio Biella (2327 m)

La particolare formazione rocciosa della Croda del Becco (2810 m)

Croda del Becco

Croda del Becco

La strada che dal rifugio Biella passa ai piedi del versante sud della Croda del Becco

Ad un certo punto si abbandona la strada sterrata sulla destra, imboccando il sentiero 6A, che sale verso sudovest fino ad un'ampia dorsale erbosa, per poi scendere lungo i pascoli, quindi piega verso sud, seguendo una strada sterrata, che porta alla conca dove sorge l'alpeggio che ospita il rifugio Sennes (2122 m).

Il sentiero 6A

La strada sterrata che conduce al rifugio Sennes

L'alpeggio che ospita il rifugio Sennes

Dal rifugio Sennes si segue il sentiero n.7, che va verso sud attraverso ampi pascoli, finchè ad un certo punto devia verso sudovest e con una lunga discesa, caratterizzata da numerosi tornanti, arriva fino all'albergo-rifugio Pederù (1548 m), da cui si può prendere il bus per S.Vigilio di Marebbe e poi con un'altro bus dirigersi a Brunico per riprendere il treno.

Il sentiero che scende dal rifugio Sennes regala bei panorami su valli e montagne

In discesa verso il rifugio Pederù, attraversando alcuni boschetti

Lungo la discesa ogni tanto si aprono bellissimi scorci panoramici

L'albergo-rifugio Pederù, circondato da alte montagne

Dati tecnici:
Partenza: Lago di Braies (1494 m)
Arrivo: Rifugio Pederù (1548 m)
Punto più alto: Valico di Porta Sora al Forn( 2388 m)
Durata: 4h 30 m

Sulle Dolomiti vedi anche:

Alta Via n.1 Dolomiti: dal rifugio Pederù al rifugio Lagazuoi

Un trekking in 5 foto: Parco Naturale Dolomiti d'Ampezzo

Trekking: da Sesto a San Candido

Giro delle Tre Cime di Lavaredo

Un trekking in 5 foto: da Palafavera alla Val Civetta

Un trekking in 5 foto: da Passo Giau a Pescul

Un trekking in 5 foto: da Passo Falzarego al Rifugio Nuvolau

Un trekking in 5 foto: da Passo Falzarego alla Tofana di Rozes

Vale il viaggio: Lago di Lagazuoi

Vale il viaggio: Lago di Coldai

Vale il viaggio: Lago di Misurina

Tutti i miei trekking

Nessun commento: