lunedì 19 giugno 2017

Bangkok dalla Montagna Dorata

Un bel panorama a 360° di Bangkok si può ammirare dalla Gold Mountain, la Montagna Dorata, una collina artificiale, sulla cui sommità si trova un tempio, situata nel tipico quartiere di Banglamphu, non lontano dal Palazzo Reale e dal Wat Pho, 

Ingresso alla Gold Mount

Il tempio in cima alla Gold Mount



Panorami di Bangkok

Sulla Thailandia vedi anche:




domenica 18 giugno 2017

Vale il viaggio: Wat Pho, Bangkok

In questa rubrica pongo l’attenzione su luoghi specifici, che ho visitato (laghi, ville, palazzi, musei, montagne, penisole, aree archeologiche, piazze  ecc.) :  di questi posti sono rimasto entusiasta ed ho pensato che era proprio valsa la pena intraprendere il viaggio fatto per scoprirli.

Il Wat Pho è uno dei complessi di templi più famosi e visitati di Bangkok: da non perdere il lunghissimo e gigantesco Buddha Reclinato, la più importante collezione di statue del Buddha presente in Thailandia disposte sui 4 lati del Phra Ubosot, il Chedi Reale formato da imponenti stupa.
In generale il complesso è un vero e proprio labirinto popolato di templi, giardini e statue di ogni tipo, alla cui visita vanno dedicate almeno 2 o 3 ore

All'interno del Wat Pho ci sono decine di grandi statue scolpite nel granito di fattura cinese, poste a guardia degli ingressi dei templi e dei cortili

Statua nei giardini

Le splendide architetture del Phra Mondop

Il Phra Mondop viene utilizzato come deposito di scritture buddhiste

Campanile di Wat Pho

un bel mix di linee architettoniche e colori

Una serie di piccoli stupa

Nel santuario principale del complesso, si trova la statua del Buddha Reclinato, portata a termine nel 1848

Questa statua è stata modellata in gesso attorno ad un nucleo centrale di mattoni e quindi rivestita in foglia d'oro

Con i suoi 46 m di lunghezza e 15 m di altezza questa statua è la più grande di Bangkok nel suo genere

Le gallerie poste sui 4 lati del Phra Ubosot ospitano 394 statue di Buddha dorati

Le 394 statue rappresentano tutte le scuole e le tipologie tradizionali della scultura thailandese

Statua del Sacro Buddha in meditazione situata all'interno del Phra Ubosot

Le scintillanti decorazioni dei templi del Wat Pho

Sulla Thailandia vedi anche:




venerdì 16 giugno 2017

Bangkok by night dal King Taksin Bridge

Alcune vedute di Bangkok in notturna prese dal King Taksin Bridge con i moderhni edifici pieni di luci che sorgono sulle sponde del fiume Chao Praya





Sulla Thailandia vedi anche:


lunedì 12 giugno 2017

Una città in 5 foto: Bangkok

In questa rubrica, attraverso 5 foto, cerco di esprimere, in modo sintetico, ciò che più mi ha colpito, interessato, incuriosito di una città che ho visitato o di un viaggio che ho intrapreso: infatti penso che, a volte, con le immagini, si comunicano le proprie emozioni meglio che con mille parole...

Bangkok è una città frenetica e piena di vita, abitata da gente sorridente e caratterizzata da innumerevoli e svariate bancarelle di street food, una metropoli in cui convivono grattacieli moderni e complessi di templi tradizionali magnifici

A Bangkok non mancano edifici ultra moderni e strade trafficate 

Ma non mancano neanche templi tradizionali che conservano preziosi ed antichi tesori, come il Buddha d'Oro custodito nel Wat Traimit, la statua d'oro più grande del mondo, alta 3 metri e pesante 5 tonnellate, che viene fatta risalire al XIII secolo

In quartieri come Chinatown l'attività è frenetica ed è bello perdersi fra la folla e le innumerevoli bancarelle di street food

Ma ci sono anche parchi molto curati in cui rilassarsi come il Parco Chatuchak, adiacente all'area in cui si svolge il grandissimo mercato del fine settimana

I thailandesi sono persone molto gentili e sorridenti e molte volte capiterà che vi si rivolgano con questo gesto a mani giunte ed un piccolo inchino per ringraziare e salutare

Sulla Thailandia vedi anche:

domenica 11 giugno 2017

Vale il viaggio: Palazzo Reale di Phnom Penh

In questa rubrica pongo l’attenzione su luoghi specifici, che ho visitato (laghi, ville, palazzi, musei, montagne, penisole, aree archeologiche, piazze  ecc.) :  di questi posti sono rimasto entusiasta ed ho pensato che era proprio valsa la pena intraprendere il viaggio fatto per scoprirli.

Il complesso del Palazzo Reale di Phnom Penh è una struttura imponente, che si trova vicino al lungofiume: è formata da numerosi edifici caratterizzati da preziose decorazioni dorate e tetti in stile khmer, tra cui spiccano la Sala del Trono e la Pagoda d'Argento

Affacciato sul piazzale antistante il complesso palaziale si trova il Padiglione Chan Chaya, al centro del quale spicca l'immagine del re cambogiano

La Sala del Trono, costruita nel 1919


la Sala del Trono è caratterizzata da una torre alta 59 metri, con quattro facce che s'ispirano al Bayon di Angkor


La Sala del Trono è utilizzata per le incoronazioni ed altre cerimonie come ad esempio la presentazione delle lettere credenziali dei diplomatici stranieri


La Pagoda d'Argento (a sinistra), all'interno della quale si trova il Buddha di Smeraldo e, a destra, il Mondap (Biblioteca)

il complesso che ospita la Pagoda d'Argento ed altri edifici è circondato da un muro, ricoperto in tutta la sua lunghezza da un dipinto murale, che rappresenta il poema epico Ramayana

Santuario del re Norodom


Numerose statuette si trovano sulla scalinata del Mondap

Una riproduzione in miniatura di Angkor Wat si trova alle spalle della Pagoda d'Argento


il complesso della Pagoda d'Argento

Su Phnom Penh vedi anche:





giovedì 8 giugno 2017

Padrone del mio tempo

"La possibilità di essere unico padrone del mio tempo è sufficiente a rendermi più felice."

giovedì 25 maggio 2017

Il lungofiume di Phnom Penh

Il centro di Phnom Penh sorge proprio nel punto in cui le acque del fiume Tonle Sap, proveniente dall'omonimo lago che occupa una buona parte del territorio della Cambogia Centrale, confluiscono nel grande fiume Mekong, il più lungo dell'Indocina, con i suoi 4880 km.
Il lungofiume di Phnom Penh è un posto molto piacevole in cui passeggiare, spazioso anche se molto animato e frequentato sia da turisti che dalla popolazione locale, mentre i due fiumi sono solcati da imbarcazioni di ogni tipo, dalle più piccole e caratteristiche, guidate da un solo rematore in piedi, fino a grandi navi per turisti o chiatte per trasporti commerciali.

l'animato lungofiume, con bandiera della Cambogia

Lungo il fiume sorgono le bandiere di tutti gli Stati che hanno rappresentanza diplomatica a Phnom Penh



Imbarcazioni ai bordi del fiume

Il punto in cui le acque del Tonle Sap confluiscono nel Mekong

Su Phnom Penh e la Cambogia vedi anche: