sabato 12 marzo 2016

Una città in 5 foto: Vicenza

In questa rubrica, attraverso 5 foto, cerco di esprimere, in modo sintetico, ciò che più mi ha colpito, interessato, incuriosito di una città che ho visitato o di un viaggio che ho intrapreso: infatti penso che, a volte, con le immagini, si comunicano le proprie emozioni meglio che con mille parole...

Vicenza è conosciuta in tutto il mondo per essere la patria artistica del grande architetto Andrea Palladio, che ha lasciato alla sua città natale opere di rilievo, come ad esempio il Teatro Olimpico e la Basilica Palladiana, ed è grazie alle sue opere architettoniche che questa città veneta è stata insignita dal 1994 del titolo di patrimonio mondiale dell'umanità dall'Unesco.

Il teatro Olimpico, progettato da Palladio nel 1580, è considerato il primo teatro stabile coperto al mondo dell'epoca moderna: elemento chiave di tutta la costruzione è la fronte scenica (nella foto), in cui si aprono un maestoso arco nella porta centrale ed altre due porte ai lati, il tutto decorato in orizzontale e verticale da nicchie con statue, fregi, colonne, timpani e pilastri.

Chiesa dei Carmini, in stile neogotico, con originale rivestimento esterno bicromo in mattoni rossi con disegni geometrici in pietra bianca

La loggia Valmarana si trova nei giardini Salvi, adiacenti alle mura di Piazza Castello: fu edificata nel 1591, probabilmente da un allievo di Palladio ed è strutturata come un tempio esastilo di ordine dorico, a cinque fornici, con frontone triangolare.

Uno scorcio della Basilica Palladiana, il più celebre edificio pubblico di Vicenza, riedificato da Andrea Palladio, a partire dal 1549, che aggiunse le sue logge classicheggianti in pietra bianca, all'originaria costruzione in forme gotiche: centro della composizione è la serliana, elemento-finestra, qui dilatato in forme monumentali.

Panorama di Vicenza dal piazzale antistante la Basilica di Monte Berico: spicca sulla destra l'ambiziosa copertura a carena di nave rovesciata della Basilica Palladiana.

Sul Veneto vedi anche:











Nessun commento: