sabato 24 febbraio 2018

Vale il viaggio: Palacio Nacional da Pena, Sintra

In questa rubrica pongo l’attenzione su luoghi specifici, che ho visitato (laghi, ville, palazzi, musei, montagne, penisole, aree archeologiche, piazze, chiese, castelli  ecc.) :  di questi posti sono rimasto entusiasta ed ho pensato che era proprio valsa la pena intraprendere il viaggio fatto per scoprirli.

A poca distanza dal Castelo dos Mouros, su un picco coperto da una vegetazione lussureggiante s'innalza lo stravagante e fiabesco Palacio Nacional da Pena, commissionato nel 1840 dal re Ferdinando II del Portogallo, marito della regina Maria II, all'architetto tedesco Ludwig von Eschweg, la cui costruzione terminò nel 1885.
Oltre che l'esterno, è possibile visitare anche gli interni del palazzo, molto lussuosi e raffinati e si possono percorrere i numerosi sentieri del Parque da Pena, pieni di piante e laghetti.

Il palazzo è patrimonio Unesco dal 1995

Si erge su un picco circondato da fitti boschi

Nell'architettura del palazzo convivono vari stili: gotico, manuelino, arabo, barocco, rinascimentale

I colori predominanti sono il giallo limone ed il rosso

portale in stile moresco

particolare di uno dei portali



cupole a bulbo


decorazioni molto elaborate

Scorcio del palazzo dall'arco moresco


Il Palacio da Pena nel 2007 è stato eletto una delle 7 meraviglie del Portogallo


Accanto al palazzo si trova il Parque da Pena, molto vasto e pieno di piante tropicali, laghetti e sentieri

Su Sintra vedi anche:


Nessun commento: