sabato 27 giugno 2015

Viaggio in Brasile, parte 3: Rio de Janeiro, paesaggi da cartolina

La terza parte del mio viaggio in Brasile ha avuto come splendido scenario Rio de Janeiro, probabilmente la città più bella che ho visto finora dal punto di vista paesaggistico, tutta circondata da baie, montagne monolitiche, giungle: un luogo vitale a tutte le ore, piena di turisti, che si mescolano alla perfezione con gli allegri cariocas.

16 giugno 2015
Arrivo a Rio
ll mio appartamentino trovato su Airbnb
Il primo impatto con Rio, la sera del 16 giugno, è stato piovoso, per fortuna compensato dalla soddisfazione per l'ottima sistemazione in cui alloggiavo, trovata sull'utile sito Airbnb, un appartamentino piccolo ma funzionale, con bagno, cucina, frigorifero, lavatrice ed un comodo letto a due piazze, situato nel quartiere residenziale Laranjeiras, a pochi passi dalla spiaggia di Flamengo e dalla fermata della metro di Largo do Machado, in una traversa dell'animatissima Praça Sao Salvador dove si trovano ristorantini, bar e supermarket, in una posizione quindi a metà strada fra le spiagge più famose ed il centro città.

17 giugno 2015
Cristo Redentor e Pao de Açucar
io sul Mirante Dona Marta
La mattina del 17 giugno il tempo è buono, ma c'è ancora qualche nuvola, per cui opto per farmi un giro a piedi verso la spiaggia di Flamengo, molto spaziosa con bei panorami sul Pao de Açucar. Seguo la spiaggia fino al Parque da Republica, piccolo e ben tenuto, che culmina nel Palacio do Catete, ex sede del Presidente della Repubblica brasiliana, quando Rio era la capitale, ora ospita l' interessante Museo da Republica, che espone anche il pigiama insanguinato che indossava il presidente Getulio Vargas, quando si suicidò, proprio in questo palazzo.
A metà mattina le nuvole scompaiono ed il cielo diventa sereno, per cui decido di dirigermi verso il Corcovado, dove c'è la gigantesca statua del Cristo Redentor, che domina Rio dall'alto, avvistabile da ogni parte della città: per salire al monte, invece del trenino, opto per i furgoncini, perchè ti fanno fare anche una prima sosta al Mirante Dona Marta, per un panorama un pò più ravvicinato, prima di salire al Corcovado.
Dal Cristo Redentor il panorama è stupendo e abbraccia tutta Rio, mostrandola in tutta la sua unicità: una città formata non solo da edifici ma pure da baie, spiagge, laghi, giungle, montagne dalle forme bizzarre con favelas alle pendici,
tramonto sulla baia di Botafogo visto dal Pao de Açucar
Quindi mi dirigo verso la baia di Botafogo e da qui verso la zona del Pao de Açucar, all'ombra del quale scopro una piccola e tranquilla spiaggia che si chiama Praia Vermelha, molto suggestiva.
Prima di salire sul monte mi faccio anche un giretto lungo il sentiero Claudio Coutinho, che si sviluppa lungo la costa da Praia Vermelha, sotto la montagna del  Pao de Açucar, in mezzo ad una fitta vegetazione, offrendo splendidi panorami della baia e di tutta la zona circostante e dove incontro anche qualche scimmietta.
Infine prendo la funivia per salire sulla cima del Pao de Açucar, e sono perfettamente ripagato da un tramonto stupendo, che inonda di colori fantastici la baia di Botafogo ed il Corcovado.

18 giugno 2015
Ipanema e Lagoa
Lagoa dal Mirante di Sacopà
Questa è stata forse la giornata più calda, con temperature sui 30 gradi, quindi decido di andare verso la spiaggia di Ipanema, dove passo la mattinata, la spiaggia è molto spaziosa ed è incorniciata sullo sfondo dalle due cime della montagna detta Dois Irmaos (i due fratelli), che rendono il paesaggio veramente unico.
Nel pomeriggio mi dirigo verso Lagoa Rodrigo de Freitas, un lago interno alla città, a pochi passi da Ipanema, il cui perimetro è di circa 7 km, intorno al quale sorgono diversi parchi.
Mi faccio un giro nel Parque da Catacumba, dove, percorrendo un breve ma ripido sentiero arrivo al Mirante da Sacopà, da dove il panorama su Lagoa ed Ipanema è mozzafiato.
Jardim Botanico
Poi visito anche il Parque Lage ed il Jardim Botanico, bellissimi giardini, con una grandissima varietà di piante, molte delle quali tipiche del Sudamerica.
Infine concludo il mio giro all'Instituto Moreira Salles, nel quartiere Gavea, dove c'è una bellissima mostra  di foto storiche di Rio di fine '800, primi del '900, un tipo di documentazione verso cui sono sempre molto interessato, visto che la mia tesi di laurea riguardava proprio le foto storiche di Città di Castello, la mia città.

19 giugno 2015
Pioggia e musei
Dopo il sole del giorno prima, in questa giornata piove tutto il giorno, per cui non resta che chiudersi in qualche museo, perciò vado nel quartiere Centro e visito prima il MAR, museo d'arte di Rio, inaugurato di recente, nel 2013, che presenta esposizioni temporanee, soprattutto fotografiche, che trattano di Rio, sia dal punto di vista paesaggistico che sociale,
Poi vado al Museo Historico Nacional, nelle cui sale si ripercorre tutta la storia del Brasile, dalla preistoria ai giorni nostri, molto accurato ed interessante.

20 giugno 2015
Laranjeiras, Lapa e Santa Teresa
Arcos de Lapa
La mattina esploro la zona dove alloggio, cioè Laranjeiras, quartiere pulito ed ordinato, dove si trova anche il vecchio stadio e la sede del Fluminense, una delle più famose squadre di calcio di Rio de Janeiro, e, nelle vicinanze, c'è Parque Guinle, un parco tranquillo e ben tenuto, popolato da un buon numero di uccelli acquatici.
Poi mi dirigo verso il quartiere popolare di Lapa: questa zona è un pò più degradata rispetto alle altre, e mi fa riflettere sulle enormi differenze sociali esistenti in questo paese, comunque è un barrio vivace, con cose interessanti da vedere come i grandi Arcos de Lapa, che lo percorrono per tutta la sua lunghezza o l'Escadaria Selaron, una lunga scalinata, tutta colorata ed abbellita da piastrelle di tutti i tipi, recanti disegni di città, molte anche italiane, oppure frasi in varie lingue.
Escadaria Selaron
Quindi salgo verso un altro quartiere popolare, Santa Teresa, percorrendo strette viuzze, abbellite da murales coloratissimi: mi fermo al Parque Das Ruinas, al centro del quale c'è una vecchia casa, una volta splendente residenza nobiliare, poi caduta in rovina, che è stata recuperata e trasformata in centro culturale dalla municipalità di Rio, dalla cima della quale si può godere di un bel panorama su Pao de Açucar, Botafogo, Flamengo e Centro.
Tornando verso il mio alloggio nel tardo pomeriggio, nella zona di Gloria, m'imbatto in una bella festa a ritmo di samba e bossa nova, che coinvolge persone di tutte le età, e mi fermo un paio d'ore: atmosfera bellissima, con tanta allegria. 

21 giugno 2015
Copacabana
Copacabana dal Morro do Leme
Il 21 giugno è domenica e decido di passarla nella famosa spiaggia di Copacabana, il posto è affollato e ad animare la situazione c'è anche un mega-palco, dove si esibiscono cantanti brasiliani e vengono distribuiti prodotti della Nivea, che sponsorizza ed organizza l'evento.
Arrivo fino al Morro de Leme, dove finisce la spiaggia e c'è un monte sul quale si può salire con una breve camminata di 20 minuti fino alla sommità dove si trova il Forte Duque de Caxias, da cui si può godere di stupendi panorami sulla spiaggia di Copacabana da una parte. e sul Pao de Açucar dall'altra.

22 giugno 2015
Maracanà e Arpoador
Maracanà
Inizio la giornata con la visita del leggendario stadio di calcio Maracanà, che si trova nella parte nord della città: la visita è molto completa e comprende tre livelli dello stadio, dal più alto dove ci sono le postazioni dei giornalisti, fino a quello intermedio, dove c'è la tribuna d'onore, per finire a bordocampo, dove ci sono le panchine, lo stadio è molto moderno, rifatto da poco in occasione dei mondiali 2014.
tramonto su Ipanema dall'Arpoador
Poi mi faccio un giro per il Centro, che, al contrario dei weekend, il lunedì è affollatissimo. perchè quartiere soprattutto di uffici, e noto alcuni edifici interessanti come il Theatro Municipal ed il Real Gabinete Portuguese de Leitura, una biblioteca molto bella sia esternamente che internamente.
Quindi di nuovo verso le spiagge, per salutare Rio dagli scogli dell' Arpoador, una penisola, che si protende nell'acqua, formando il confine fra Ipanema e Copacabana, da cui si possono vedere bellissimi scorci su entrambe le spiagge ed in questa giornata anche un bel tramonto alle spalle di Ipanema

frase all'ingresso delle partenze internazionali dell'aeroporto di Rio




Nessun commento: