martedì 2 gennaio 2018

Val Rosandra: trekking ad anello da Bagnoli Superiore

La Riserva Naturale della Val Rosandra è un'area naturalistica di grande interesse, situata nella parte sud-orientale del Carso Triestino, nei pressi del confine con la Slovenia.
L'escursione non è particolarmente difficile e si svolge sulle alture che fiancheggiano il torrente Rosandra, unico corso d'acqua superficiale del Carso, che sfocia nell'Adriatico nei pressi di Muggia.
Si può lasciare l'auto nel parcheggio del centro visite della Riserva nel paese di Bagnoli della Rosandra, nel comune di San Dorligo della Valle: da qui proseguire a piedi, passare la piazzetta del paese e dirigersi lungo la strada asfaltata che porta a Bagnoli Superiore.
In questo paesino si cominciano a trovare le indicazioni dei sentieri e si prende il sentiero n.1 e poi il n.15 in direzione della vedetta di Moccò, che si trova nei pressi delle rovine di un castello e si raggiunge dopo un pò di salita nel bosco: da qui si può ammirare un bel panorama della valle, del Monte Carso, di Trieste, Muggia ed il mare Adriatico.

Indicazioni dei sentieri a Bagnoli Superiore

Panorama di Trieste

Panorama della Val Rosandra verso il mare

Panorama della Val Rosandra verso l'entroterra

Vedetta di Moccò

Panorama di Muggia e zona sud di Trieste

Quindi si prosegue per il sentiero n.15 fino a raggiungere il tracciato di un'ex ferrovia, diventato ora pista ciclopedonale, un'ampia strada panoramica che passa anche attraverso due tunnel.

Tunnel dell'ex ferrovia divenuta pista ciclopedonale

Panorama dalla pista ciclopedonale

La chiesetta di S.Maria in Siaris, visibile sulla montagna di fronte

Ad un certo punto si lascia la pista ciclopedonale seguendo le indicazioni per Bottazzo percorrendo una ripida discesa verso il fondovalle: poco prima dell'abitato ad un bivio si prende il sentiero n.1 che riporta verso Bagnoli Superiore.
Si attraversa il torrente su un piccolo ponte e si prosegue a mezza costa sul monte passando a poca distanza dalla cascata del torrente Rosandra: lungo il percorso è consigliato fare una deviazione per un ripido sentiero in salita, che conduce all'antica chiesetta di S.Maria in Siaris, da cui si può ammirare un bel panorama della valle.
Quindi si ritorna sui propri passi e si riprende il sentiero n.1 che riporta a Bagnoli Superiore: in totale la durata dell'escursione è stata di circa 2 ore.

La cascata del torrente Rosandra, alta 36 metri

Si comincia ad intravedere la chiesetta di S.Maria in Siaris

La chiesetta di S.Maria in Siaris

Il ripido sentiero che porta alla chiesetta fra i ghiaioni

Il bivio con le indicazioni per S.Maria in Siaris

Su Trieste e dintorni vedi anche:









Nessun commento: