lunedì 4 settembre 2017

Vale il viaggio: Villa Manin a Passariano (Ud)

In questa rubrica pongo l’attenzione su luoghi specifici, che ho visitato (laghi, ville, palazzi, musei, montagne, penisole, aree archeologiche, piazze  ecc.) :  di questi posti sono rimasto entusiasta ed ho pensato che era proprio valsa la pena intraprendere il viaggio fatto per scoprirli.

La prima tappa del mio viaggio in Friuli Venezia-Giulia è stata questa splendida villa che spunta fra campi e paesini nella pianura friulana. Fu costruita nel '600 dalla potente famiglia Manin, a cui appartenne anche l'ultimo Doge di Venezia, Ludovico Manin e fu anche scelta come quartier generale da Napoleone nel 1797 durante la campagna che culminò nel trattato di Campoformio e sancì la fine della Repubblica di Venezia. Il complesso architettonico è molto bello ed armonico, formato da un edificio principale a tre piani, fiancheggiato da due barchesse decorate da statue, che racchiudono un ampio prato delimitato da due peschiere, mentre al di là della strada il complesso prosegue con un'esedra porticata, che abbraccia un vasto spiazzo erboso, quasi a formare idealmente una fantastica quinta teatrale. Sul retro della villa sorge anche un bellissimo parco di 18 ettari, in cui si può passeggiare fra alberi secolari e gruppi scultorei a soggetto mitologico.

Vista panoramica


entrata principale del complesso

La villa vista dal parco

La peschiera di fronte alla villa

L'esedra porticata


Nessun commento: