giovedì 15 dicembre 2016

Vale il viaggio: Abbazia di Staffarda (Piemonte)

In questa rubrica pongo l’attenzione su luoghi specifici, che ho visitato (laghi, ville, palazzi, musei, montagne, penisole, aree archeologiche, piazze  ecc.) :  di questi posti sono rimasto entusiasta ed ho pensato che era proprio valsa la pena intraprendere il viaggio fatto per scoprirli.

Quest'antica Abbazia, situata a pochi km da Saluzzo, è uno dei monumenti medievali più importanti del Piemonte: fondata nel 1135 dai Cistercensi, ebbe il suo periodo di massimo splendore durante il '200, quando fu sede di fiere e mercati e divenne uno dei maggiori centri economici della zona, in virtù di una fiorente azienda agricola, ma già nel '400 iniziò la sua decadenza, accelerata nel 1690 dal saccheggio e la devastazione ad opera dei Francesi, attualmente è gestita dall'Ordine Mauriziano.
L'Abbazia si compone di un complesso di edifici risalente al XII-XIII secolo, tra cui la chiesa, il chiostro e la sala capitolare.

La facciata esterna della chiesa, in stile romanico, composta da tre arcate cieche e preceduta da un nartece a cinque arcate

Il chiostro e la facciata interna della chiesa

La tranquillità del chiostro dell'Abbazia di Staffarda è apprezzata anche dai gatti

Chiostro e chiesa da altra angolazione

Le eleganti colonnine binate che circondano il chiostro

Il bel pulpito ligneo che si trova all'interno della chiesa dell'Abbazia

Sul Piemonte vedi anche:










Nessun commento: