sabato 9 luglio 2016

Una città in 5 foto: Modena

In questa rubrica, attraverso 5 foto, cerco di esprimere, in modo sintetico, ciò che più mi ha colpito, interessato, incuriosito di una città che ho visitato o di un viaggio che ho intrapreso: infatti penso che, a volte, con le immagini, si comunicano le proprie emozioni meglio che con mille parole...

Modena è una città di forti tradizioni culturali, con un centro storico ben conservato d'impianto medievale e tardo-rinascimentale: simbolo della città sono la Cattedrale e la celebre torre campanaria, detta la Ghirlandina, inserite dall'Unesco fra i Patrimoni dell'Umanità.

La Ghirlandina, alta 86 metri, è così chiamata per le due balconate che cerchiano la cuspide, come una ghirlanda: i primi cinque piani sono romanici, opera dell'architetto Lanfranco, mentre il sesto e la guglia ottagonale sono opera dei Campionesi (1319)

La facciata del Duomo, prototipo dell'architettura romanica in Emilia, la cui costruzione fu iniziata nel 1099 dall'architetto lombardo Lanfranco: la facciata è tripartita da pilastri, presenta un grande rosone al centro ed è attraversata orizzontalmente da un loggiato ad arcatelle che conferisce armonia alla struttura, il portale maggiore, con protiro sormontato da edicola, è sorretto da leoni stilofori romani

Il Palazzo Ducale è un poderoso edificio, iniziato nel 1634 su progetto di Bartolomeo Avanzini, e terminato verso la metà dell'800: attualmente l'edificio è sede dell'Accademia Militare, erede di una gloriosa tradizione.

Una delle otto metope, rappresentanti figure fantastiche, attribuite al Maestro delle Metope, attivo fra 1125 e 1130: provenienti dalla Cattedrale, sono conservate nel Museo del Duomo.

Sopra le porte laterali della facciata della Cattedrale si trovano le formelle con le Storie della Genesi, capolavoro dello scultore Wiligelmo, in cui la scultura romanica raggiunge il suo apice per concretezza di volumi ed energia espressiva.

Sull'Emilia vedi anche:







Nessun commento: