domenica 18 giugno 2017

Vale il viaggio: Wat Pho, Bangkok

In questa rubrica pongo l’attenzione su luoghi specifici, che ho visitato (laghi, ville, palazzi, musei, montagne, penisole, aree archeologiche, piazze  ecc.) :  di questi posti sono rimasto entusiasta ed ho pensato che era proprio valsa la pena intraprendere il viaggio fatto per scoprirli.

Il Wat Pho è uno dei complessi di templi più famosi e visitati di Bangkok: da non perdere il lunghissimo e gigantesco Buddha Reclinato, la più importante collezione di statue del Buddha presente in Thailandia disposte sui 4 lati del Phra Ubosot, il Chedi Reale formato da imponenti stupa.
In generale il complesso è un vero e proprio labirinto popolato di templi, giardini e statue di ogni tipo, alla cui visita vanno dedicate almeno 2 o 3 ore

All'interno del Wat Pho ci sono decine di grandi statue scolpite nel granito di fattura cinese, poste a guardia degli ingressi dei templi e dei cortili

Statua nei giardini

Le splendide architetture del Phra Mondop

Il Phra Mondop viene utilizzato come deposito di scritture buddhiste

Campanile di Wat Pho

un bel mix di linee architettoniche e colori

Una serie di piccoli stupa

Nel santuario principale del complesso, si trova la statua del Buddha Reclinato, portata a termine nel 1848

Questa statua è stata modellata in gesso attorno ad un nucleo centrale di mattoni e quindi rivestita in foglia d'oro

Con i suoi 46 m di lunghezza e 15 m di altezza questa statua è la più grande di Bangkok nel suo genere

Le gallerie poste sui 4 lati del Phra Ubosot ospitano 394 statue di Buddha dorati

Le 394 statue rappresentano tutte le scuole e le tipologie tradizionali della scultura thailandese

Statua del Sacro Buddha in meditazione situata all'interno del Phra Ubosot

Le scintillanti decorazioni dei templi del Wat Pho

Sulla Thailandia vedi anche:




Nessun commento: